Cassa ufficiali e Fondo previdenza G.d.F.

Il 25 ottobre 2018 il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro dell’Economia e delle finanze, Giovanni Tria, ha approvato, in esame definitivo, un regolamento, da attuarsi mediante decreto del presidente della Repubblica, che introduce modifiche alla composizione degli organi di amministrazione della Cassa ufficiali e del Fondo di previdenza per sottufficiali, appuntati e finanzieri della Guardia di finanza, a norma dell’articolo 6, comma 5, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Il testo fissa a cinque il numero massimo di componenti che costituiscono gli organi di amministrazione di tutti gli enti e organismi pubblici, pertanto anche del consiglio di amministrazione del suddetto Fondo. È inoltre prevista la nomina di tre membri supplenti che, in caso di impedimento di uno dei membri effettivi, garantirebbero comunque continuità deliberativa. Questa previsione è estesa anche all’omologo organo della Cassa ufficiali. Il regolamento prevede, inoltre, la permanenza in carica dei componenti degli attuali collegi ed entro novanta giorni dalla sua entrata in vigore, il rinnovo dei membri (titolari e supplenti) dei consigli di amministrazione della Cassa Ufficiali e del fondo di previdenza per sottufficiali, appuntati e finanzieri della Guardia di finanza.