Page 3 - Sentiero Tricolore gennaio ottobre 2016
P. 3
3 SENTIERO TRICOLORE

Per Mentana,
un posto d’onore

nella storia
d’ITALIA

Dover parlare della storia di Menta- si arrese alleandosi con Roma stes- no, subì una breve occupazione da Innocenzo III, Onorio e Grego-
na, in antico denominata “Nomen- sa che le concesse la cittadinanza ed parte delle truppe di Liutprando, rio IX. ualche tempo dopo il papa
tum”, significa dover ripercorrere ol- in seguito la municipalità. I buoni ma ciò bastò per provocare l’abban- Niccolò III diede Mentana al nipo-
tre tremila anni di storia del nostro rapporti, che ben presto, in seguito a dono dell’antico abitato ed il trasfe- te Orso Orsini e questa famiglia la
territorio il cui “continuum” è scan- questi avvenimenti, si instaurarono rimento della popolazione in quello tenne per circa tre secoli. Gli Orsi-
dito dai numerosi reperti archeolo- tra Roma e Nomentum, apportaro- attuale, in posizione più arretrata ni, schieratisi contro il Papa, furono
gici rinvenuti soprattutto in questo no a quest’ultima un discreto benes- rispetto all’antico percorso della Via sconfitti e scacciati da Roberto San
ultimo trentennio, sia in seguito sere e soprattutto, diedero impulso Nomentana e più facilmente di- Severino, capitano della Chiesa.
all’intensificarsi degli scavi edilizi, a quel fenomeno che, con termini fendibile. Nomentum era perciò in In seguito alla sottomissione ed al
sia grazie al “lavoro” dei mezzi agri- abbastanza moderni, potremmo de- decadenza, quando il 23 novembre perdono del Pontefice la famiglia
coli impiegati dai contadini Menta- finire “turismo”. Le maggiori attrat- 799 vi si incontrarono Carlo Magno Orsini riebbe Mentana e nel 1594 fu
nesi. tive per le quali Nomentum venne e papa Leone III. venduta a Michele Peretti, principe
Infatti, in mancanza di una sistema- anche celebrata da poeti e scrittori Qui essi perfezionarono gli accordi di Venafro. Nel 1655 venne ceduta
tica campagna di scavo, sono stati latini, erano costituite, oltre che dal già raggiunti in Germania e da qui, al principe Marcantonio Borghese e
proprio questi fortuiti ritrovamenti suo buon vino così generoso da con- dopo avervi pernottato, mossero rimase a questa famiglia.
che hanno reso possibile identificare servarsi anche per cinque anni, dal- alla volta di Roma, con al seguito Nell’epoca moderna la cittadina
con esattezza nell’area Montedoro - la salubrità dell’aria e dalla presenza il Senato Romano al completo. No- ebbe nuova gloria e fu teatro degli
Romitorio, nella frazione di Casali, della stazione termale delle Acque mento sembra abbia dato i natali a scontri tra le forze garibaldine e
verso il ventiduesimo Km. della at- Labane, posta nell’attuale località di quel famoso Crescenzio che fu, per quelle franco - papaline. Infatti il 3
tuale Via Nomentana, l’antico centro Grotta Marozza. molti anni, arbitro dei destini di novembre 1867 ebbe luogo la gran-
di “Nomentum”. Vennero riportate Moltissimi patrizi romani possede- Roma, il quale è appunto ricordato de e nota battaglia di Mentana, nel
alla luce, sulla collina di Montedo- vano ville e vigneti nell’agro nomen- insieme alla sua famiglia come pos- corso della quale i garibaldini scris-
ro, resti di mura urbane risalenti al tano e tra queste vengono ricordate sessore del castello di Nomento, il sero memorabili pagine di ardimen-
IV secolo a.C., ma le testimonianze quelle di Seneca e Marziale, citate primo castello della campagna ro- to e di valore. Le truppe di Garibaldi
più antiche risalgono all’età del ferro più volte nelle loro opere. La diffu- mana di origini militari. Egli ebbe dovettere alla fine cedere alle pre-
(VIII sec. a.C.) per il ritrovamento sione del Cristianesimo nel terri- perfino l’ardire di resistere alle trup- ponderanti forze avversarie.
di vasi di impasto e bicchieri pro- torio è documentata già nei primi pe di Ottone III . Oggi il museo garibaldino nel quale
venieni da tombe che indicano già secoli col martirio dei Santi Primo Nel 1058 Mentana fu completamen- sono raccolti i cimeli e ricordi stori-
per quel periodo la presenza di un e Feliciano, avvenuto durante la te distrutta dai Normanni e di essa ci, ricorda ai visitatori la strada per-
cospicuo centro urbano. Nomen- persecuzione di Diocleziano, dive- sembra che rimasero pochissime corsa dai generosi precursori dell’I-
tum viene citata per la prima volta nendo in seguito sede di diocesi di capanne che formarono il piccolo talia unita. Mentana conta oggi oltre
dalle fonti storiche, relativamente primaria importanza; un vescovo villaggio che faticosamente riprese 22.000 abitanti ed è situata a 150 m
al periodo delle lotte per l’estensio- Stefano è già citato in documenti la vita. sul livello del mare e dista circa 20
ne del dominio di Roma nel Lazio del III secolo. Nel 593 alla diocesi Il castello riedificato in seguito pas- Km da Roma. Fra i monumenti più
centrale. Risulta infatti dagli antichi di Nomento, che già comprendeva sò alla famiglia Capocci. Consolida- ammirati il castello baronale, la Vil-
scrittori, che Tarquinio Prisco (616 - le città di Ficulea e Fidene, venne tosi il potere temporale dei papi, il la Santucci e l’Ara Garibaldina, inol-
578 a.C.) dopo un lungo periodo di aggregata da papa Gregorio Magno, territorio di Mentana passò ai mo- tre i resti di ville dei patrizi romani,
combattimenti riuscì a sconfiggerla. quella di Cures, distrutta dai Lon- naci benedettini di San Paolo fuori scoperte recentemente e sarcofaghi
Si schierò ancora con i popoli latini gobardi. Nel 741 anche Nomentum, le mura, ai quali fu confermato più di tombe romane.
contro Roma, ma dovette cedere e che faceva parte del Ducato Roma- volte in enfiteusi con Bolle dei papi fonte Borgo Mentana

Garibaldi: “ A Mentana fui ferito al cuore ”

Garibaldi aveva un chiodo fisso: la abbandonò mai l’idea di Roma, co- nel paese. Le truppe franco-potificie lio non prima di aver espresso il suo
conquista di Roma. Ci provò, o al- sicché nel 1867 non poté fare a meno ebbero la meglio. La vittoria fu attri- dispiacere: “sull’Aspromonte fui ferito
meno ci pensò, nel 1861 durante la di organizzare una spedizione di cir- buita alla potenza francese e ai suoi ad una gamba a Mentana mi fù feri-
sua spedizione nel Regno delle Due ca 10.000 volontari, accompagnata fucili chassepot, anche se alcune te- to il cuore”.
Sicilie. In quella occasione Cavour da una sollevazione interna. Napole- stimonianze dell’epoca ci dicono che
dovette inviare direttamente il re per one III ebbe tutto il tempo di organiz- non fu sparato un solo colpo da quei
fermarlo (Incontro di Teano), per poi zare la difesa di Roma. Così, sedate fucili. Probabile che la storia dei fu-
mandarlo in esilio a Caprera. Così le rivolte interne, il 3 novembre l’eser- cili fu solo frutto della propaganda
nel 1864, il Regno d’italia stipulava cito pontificio guidato da Hermann francese. La battaglia di Mentana
un accordo con la Francia in cui si Kanzler, si incamminò lungo la via diede alcuni anni di vita in più allo
impegnava a difendere da attacchi Nomentana. Si incontrarono a Men- Stato Pontificio, fino alla famosa
esterni ciò che rimaneva dello Sta- tana con le truppe Francesi e attacca- breccia di Porta Pia del 1870. Dopo
to Pontificio. Tuttavia Garibaldi non rono le truppe Garibaldine rifugiate la sconfittà Garibaldi si ritirò in esi-
   1   2   3   4   5   6   7   8