Page 9 - Sentiero Tricolore Dicembre 2016
P. 9
embre/Dicembre 2016 9 SENTIERO TRICOLORE

La sezione Unsi di Ischia, presieduta
e coordinata dal vice presidente na-
zionale Vito Impagliazzo, si è fatta
promotore nei mesi scorsi di un im-
portante convegno, svoltosi a Napoli
proprio sul tema della tutela marina.
Per l’occasione è stata realizzata una
intervista con l’Ammiraglio Ispettore
Giovanni Pettorino, comandante del
Porto di Genova. Comandante quale
priorità ha la tutela dell’ambiente ma-
rino per la Capitaneria di Porto? “Il
tema della tutela dell’ambiente marino
è molto importante per le Capitanerie
di Porto – Guardia Costiera - spiega
l’alto ufficiale - insieme al soccorso in
mare, alla sicurezza della navigazio-
ne ed alla tutela delle risorse ittiche.
Tutelare a favore di tutta la
collettività questo bene pre-
zioso che è il nostro mare.
Noi infatti ci affacciamo su un mare
chiuso, il mare
Mediterraneo. “La tutela dell’ambiente marino è una priorità della
Questo significa Capitaneria di Porto”
che le acque del
mare Mediterra-
neo si ricambiano
della Capitaneria di Porto, ha con- forma di inquinamento da parte di riale presente a bordo di questo relitto.
Intervista all’ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino, comandante del Porto di Genovain un arco di tem-sentito che questo grave fatto non siidrocarburi. L’emergenza veniva quin-Un’impresa grande che grazie alla
trasformasse in un’enorme tragedia. di fatta cessare e il Mar Ligure, così sinergia dei tecnici e delle Istitu-
po lunghissimo, almeno tra gli ottanta Il Comandante della Capitaneria di come era prima dell’evento, veniva zioni ha riportato il nostro Pae-
e i cento anni, e significa quindi che Porto al momento in cui, verificate le riconsegnato ai cittadini della Liguria se all’attenzione, questa volta po-
qualsiasi grande disastro che venga condizioni e i mezzi presenti nel por- ed anche ai francesi, che con molta ap- sitiva, dei media internazionali.
prodotto oggi da noi viene consegnato to non erano in grado di affrontare prensione, visto che le macchie si spo- Un fatto fondamentale attraverso cui
alle generazioni che ci succederanno. questa emergenza, ha dichiarato l’e- stavano verso ponente, in loro dire- dobbiamo incominciare a riflettere
Ed è per questo che sin dalla Leg- mergenza locale, proprio un provve- zione, avevano seguito questo evento. sull’importanza della prevenzione sia
ge sulla difesa del mare l’impegno dimento previsto da quella Legge sulla Un’operazione importantissima così sull’importanza dell’intervento ma
operativo delle Capitanerie di Porto difesa del mare del 1982. Ed è proprio come importante è stata la missione di anche sulla capacità e sulla necessi-
– Guardia Costiera si è potuto svi- grazie a questo provvedimento sono rimessa in galleggiamento e di trasfe- tà di mantenere sempre alte le forze
luppare ed ampliare anche grazie ai stati ridislocati nel porto di Genova rimento della Costa Concordia. Que- che in questi casi possono interve-
nuovi mezzi messi a disposizione. mezzi provenienti dalla Toscana e dal ste due operazioni importanti - preci- nire in maniera efficiente ed efficace.
I recenti eventi accaduti nel genovese Lazio. Nel giro di poco questi mezzi, sa il comandante del porto di Genova Noi abbiamo un debito nei con-
con la rottura di un oleodotto dell’en- insieme a tutte le altre forze intervenu- - che hanno visto sin dal primo minu- fronti delle nostre generazioni.
troterra della città di Genova - spiega te sono riusciti ad eliminare ogni pre- to il Corpo delle Capitanerie di Porto Quello di riconsegnare questo mare
Pettorino - che ha visto riversarsi in senza di idrocarburi in mare. I sorvoli – Guardia Costiera in prima fila così bellissimo così come ce lo hanno dato i
un fiume, ed in piccola parte anche effettuati con gli aerei e gli elicotteri come quella che nel porto di Genova nostri progenitori. Questo mare dovrà
in mare, 600.000 litri di idrocarburi della Guardia Costiera, hanno poi nei ha visto la demolizione della stessa continuare ad essere fruibile per tutti.
hanno messo in discussione la fra- giorni successivi confermato che nel Costa Concordia con la trasformazio- Questo è l’obbligo che abbia-
gilità del nostro territorio. Il pronto Mar Ligure non esisteva più nessuna ne e il riciclo di tutto di tutto il mate- mo verso le generazioni future”.
intervento di tutti gli Enti interes-
sati e, per quanto riguarda il mare,

Brescia: l’assessore alla scuola Roberta Morelli sostiene il progetto Civicamente giovani promosso dall’Unsi

Domenica 6 Novembre presso il Ristorante La Ca- Ha preso poi la parola la coordinatrice Dame
setta di Brescia si è svolto l’annuale pranzo sociale Marisa Rigattieri che ha esposto la finalità
dell’UNSI Sezione di Brescia alla della lotteria a favore della Scuola San Fran-
presenza dell’Assessore alla Scuola Prof. Roberta cesco di Massaua e le opere che le Dame svol-
Morelli, dei nostri Soci ed amici. gono nel sociale. Ha poi dato lettura del mes-
Il Presidente Taiola ha dato comunicazione ai pre- saggio che Padre Protasio Delfini, referente
senti dei progetti in corso dell’UNSI Brescia e di della Scuola di Massaua, ha voluto inviare
quelli a livello Nazionale. Ha preso poi la parola in questa occasione, che ha commosso i pre-
l’Assessore Morelli che ha illustrato il progetto civi- senti.
camente giovani junior che anche quest’anno par- L’atmosfera è stata cordiale, rallegrata anche
tirà in una scuola media della città a favore dell’in- dalla consegna di un fiore offerto alle signore
serimento di ragazzi difficili a cura dell’UNSI. presenti.
   4   5   6   7   8   9   10   11   12