Page 9 - U.N.S.I. Statuto 2015
P. 9
CARICHE DI NOMINA DI SEZIONE
a. Segretario di Sezione;
b. Segretario Amministrativo di Sezione.
c. Referente Informatico;
d. Capo Nucleo Dame UNSI.

Art. 16 - ELEZIONE E NOMINA A CARICHE SOCIALI
1. Le elezioni a cariche sociali hanno luogo ogni tre anni e vi partecipano, a scrutinio segreto:

a. Per le cariche nazionali i Delegati delle Sezioni al Congresso Nazionale in
rappresentanza di tutti i soci effettivi della rispettiva Sezione;

b. Per le cariche Sezionali tutti i Soci iscritti, effettivi e simpatizzanti.
c. Sono elettori ed eleggibili alle cariche sociali tutti i Soci della sezione ad eccezione dei

simpatizzanti che non posso candidarsi alla carica di Presidente e Vice Presidente.
2. Il Regolamento fissa le procedure connesse alle operazioni di voto.

Art. 17 - DURATA DELLE CARICHE
1. La durata delle cariche sociali, elettive e di nomina, esclusa quella di Commissario

Straordinario, è stabilita in tre anni.
2. Il Presidente Nazionale dura in carica tre anni ed è immediatamente rieleggibile per due

volte consecutive.
3. Gli eletti negli organi e cariche nazionali e di Sezione permangono in carica per tre anni e

possono essere rieletti.
4. La carica di Presidente Onorario è a vita.

Art. 18 - GRATUITA’ DELLE CARICHE SOCIALI
1. Le cariche sociali, elettive e di nomina, sono gratuite.
2. E’ previsto il solo rimborso delle spese sostenute e documentate secondo le previsioni di

bilancio.
3. le eventuali integrazioni di bilancio dovranno essere approvate dal Presidente Nazionale

sentito il parere del Consiglio Direttivo Nazionale e del Collegio dei Revisori dei Conti.

Art. 19 - NON CUMULABILITÀ DELLE CARICHE SOCIALI
1. Il Regolamento stabilirà i casi di incompatibilità e cumulabilità delle cariche sociali.

Art. 20 - CESSAZIONE DALLE CARICHE SOCIALI
1. La cessazione delle cariche sociali può avvenire per:

a. Scadenza del mandato;
b. dimissioni;
c. perdita della qualifica di socio;
d. espulsione;
e. revoca;
f. rinuncia.
2. Il regolamento precisa competenze e modalità di intervento degli organi sociali, nonché la
decorrenza dei provvedimenti assunti in tutti i casi contemplati.
3. Contro il provvedimento è ammesso ricorso entro trenta giorni dalla notifica al Collegio
dei Probiviri.

9
   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14