Page 18 - U.N.S.I. Statuto 2015
P. 18
TITOLO IV

AMMINISTRAZIONE – DISCIPLINA

CAPO 1°
AMMINISTRAZIONE

Art. 47 – PROVENTI
1. I Proventi sono la principale fonte strumentale per il raggiungimento degli scopi

dell’Unione fissati (art. 3) dallo Statuto.
2. L’attività si sostiene su:

a. quote sociali;
b. contribuzioni volontarie di iscritti o di soggetti terzi;
c. ricavato di iniziative dirette ad aumentare il patrimonio;
d. interessi sul fondo sociale;
e. eventuali contributi ministeriali.

Art. 48 - GESTIONE
1. La gestione dei fondi dell’Unione, a livello nazionale e delle Sezioni a livello locale, è di

competenza dei rispettivi Consigli Direttivi.

Art. 49 – ANNO FINANZIARIO – RENDICONTO
1. L’anno finanziario coincide con l’anno solare.
2. Il bilancio di previsione ed il conto consuntivo economico-patrimoniale, predisposti dal

Consiglio Direttivo Nazionale, sono sottoposti all’approvazione del Congresso Nazionale.
3. Le Sezioni inviano alla Presidenza Nazionale, per informazione, il proprio rendiconto di

gestione annuale entro il mese di marzo.

CAPO 2°
DISCIPLINA

Art. 50 – GENERALITÀ
1. L’osservanza delle norme Statutarie e Regolamentari e la leale ed efficace collaborazione

per il raggiungimento delle finalità associative, non costituiscono motivi sufficienti per
meritare particolari apprezzamenti.
2. Coloro che abbiano ben meritato potranno a giudizio del Congresso e su proposta scritta di
almeno due Soci, essere destinatari di apprezzamenti scritti da parte del Presidente
Nazionale.
3. L’inosservanza debitamente rilevata e contestata delle norme statutarie e/o regolamentari e
comportamenti non consoni alla dignità associativa, anch’essi debitamente rilevati e
contestati, sono possibili di sanzioni disciplinari.
4. Il Regolamento disciplina nel dettaglio l’applicazione del presente articolo.

Art. 51 - TIPI DI SANZIONI
1. Il Socio può essere:

a. ammonito per infrazioni lievi;
b. censurato a voce o per iscritto;
c. sospeso fino ad un massimo di un anno;

18
   13   14   15   16   17   18   19   20