Page 13 - Regolamento U.N.S.I. 2016
P. 13
(4) ai Delegati intervenuti nella discussione concede, a richiesta e per non più di tre minuti,
una replica, e la possibilità - prima di ogni votazione - di esprimere una breve
dichiarazione di voto;

(5) nel concedere la parola segue l’ordine di iscrizione a parlare. L’assenza dalla sala
Congressuale è motivo di decadenza dell’intervento;

(6) d’intesa con l’Ufficio di Presidenza del Congresso deciderà sulla richiesta d’intervento
avanzata da parte di eventuali Soci uditori presenti.

b. Il Segretario Generale:
(1) procede all’appello nominale dei delegati all’inizio di ogni seduta;
(2) dà lettura, su richiesta del Presidente del congresso di ogni atto o documento che debba
essere comunicato all’assemblea dei Delegati
(3) collabora con il Segretario verbalizzante aggiunto alla redazione del verbale delle
sessioni congressuali;
(4) avvalendosi della collaborazione dei moderatori/scrutatori, assicura la regolarità delle
operazioni di voto.

c. Segretario verbalizzante aggiunto.
(1) Nel redigere il processo verbale di seduta dell’assise, collabora con il Segretario
Generale, nella trascrizione delle deliberazioni e sintesi degli interventi;
(2) Trascrive fedelmente l’espressione di voto del Delegati riportando sull’apposita tabella
il quantum numerico dei favorevoli, contrari e astenuti. Per i contrari possono essere
presentate le relative motivazioni di voto.

d. I moderatori collaborano con il Presidente del congresso nella gestione degli interventi
tenendo nota dei delegati iscritti a parlare. Svolgono altresì il compito di scrutatori
nell’approvazione delle deliberazioni.

e. Modifica all’ordine del giorno del congresso:
(1) la variazione o la priorità dell’ordine di trattazione degli argomenti iscritti all’ordine del
giorno può essere proposta anche dai singoli delegati all’inizio di seduta. L’assemblea
decidere sulla proposta dopo l’illustrazione del proponente;
(2) per inserire ulteriori argomenti all’ordine del giorno è necessaria la richiesta di un
quinto dei delegati presenti, avanzata all’inizio della seduta, all’Ufficio di Presidenza
del Congresso che decide sulla loro ammissibilità, fissandone anche l’ordine di
trattazione.

f. Iscrizioni a parlare.
(1) prima di dare inizio alla discussione sugli argomenti all’ordine del giorno, i delegati si
iscrivono a parlare presso la Presidenza del Congresso. E’ comunque possibile,
eccezionalmente, l’iscrizione anche durante la discussione previa autorizzazione del
Presidente del Congresso.

g. Presentazione delle mozioni:
(1) La mozione, compatibile con gli argomenti posti all’Ordine del Giorno, ed intesa a
promuovere una deliberazione da parte del Congresso Nazionale, può essere presentata
anche da un solo delegato e posta immediatamente in votazione per l’accettazione. Le
mozioni respinte non possono essere ripresentate. Ogni delegato può produrre una sola
mozione;
(2) il Presidente del Congresso, d’intesa con l’Ufficio di Presidenza, accerta che il
contenuto sia formalmente corretto e pertinente con l’argomento in discussione e,
accertato ciò, ne dà comunicazione all’assemblea congressuale;
(3) una mozione che, a giudizio dell’Ufficio di Presidenza del Congresso riproduca
sostanzialmente il contenuto di proposte già discusse e respinte, non sarà accettata;

13
   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18