Page 11 - Regolamento U.N.S.I. 2016
P. 11
La cessazione dalla carica ricoperta è contestuale all’eventuale provvedimento di perdita dello
status di Socio (vds. Art. 12).
5. Revoca: La cessazione della carica è immediata.
6. Rinuncia: vale quanto previsto dai precedenti punti 2 e 3.

Art. 21. PRESIDENZA ONORARIA

1. Requisiti per il conferimento della qualifica di:

a. Presidente Onorario Nazionale: prospettazione e trattazione incisiva dei problemi di categoria

a livello centrale, sviluppo delle relazioni interassociative, efficace azione di proselitismo,

impeccabile adempimento dei compiti statutari;

b. Presidente Onorario di Sezione: notevole e documentata attività sociale, collaborazione alla

stampa associativa incremento numerico degli iscritti, organizzazione di manifestazioni, etc;

2. Conferimento è di competenza rispettivamente del:

a. Congresso Nazionale per le cariche nazionali;

b. Consiglio Direttivo Nazionale per le cariche sezionali.

Art. 22. VERBALI DI RIUNIONE

1. Il Segretario Generale ed il Segretario di Sezione curano, nei rispettivi ambiti, l’ordinata e

distinta raccolta dei verbali e della documentazione originale annessa.
2. Per un’accurata stesura dei verbali essi si possono avvalere anche di apposite strumentazioni

tecnologiche (vds. Art. 27 successivo).

3. Il verbale di seduta, redatto per qualsiasi riunione collegiale, completato della data ed ora di
chiusura dell’Assemblea, viene letto ed approvato dai Delegati/Soci al termine dei lavori.

Art. 23. ORDINI DEL GIORNO

1. Gli argomenti da discutere debbono essere iscritti in ordine prioritario di trattazione.

2. La modifica degli argomenti iscritti all’Ordine del Giorno deve essere sottoposta

all’approvazione della maggioranza dei Delegati/Soci.

CAPO II ORGANI E CARICHE SOCIALI CENTRALI

Art. 24. CONGRESSO NAZIONALE DEI DELEGATI

1. L’universalità degli associati è rappresentata, nell’assemblea Congressuale, dai Delegati delle

Sezioni.
2. Al Congresso sono conferiti pieni poteri per il raggiungimento degli scopi dell’UNIONE e per la

funzione di controllo su tutti gli organi associativi.

3. Il voto del Delegato di Sezione corrisponde al numero dei soli soci effettivi

4. Ogni Sezione, qualunque sia il numero degli iscritti, è rappresentata da un solo delegato.

5. Il Congresso è organo collegiale e realizzazione di piena democrazia. Le Sezioni eventualmente

dissidenti si obbligano al rispetto ed attuazione delle deliberazioni stabilite dalla maggioranza

dei delegati del Congresso Nazionale.

6. Sia in caso di sessione ordinaria che di sessione straordinaria, fra la prima e la seconda

convocazione devono intercorrere almeno dodici ore.

7. La scelta della sede congressuale è preceduta da una ricerca di mercato su una rosa di possibili

soluzioni anche proposte dalle Sezioni o individuate dalla Presidenza Nazionale. Il Presidente
Nazionale, tenuto conto anche delle proposte pervenute dalle Sezioni, sottopone all’attenzione

11
   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16