VI Festa dei Sottufficiali

 

 

UNIONE NAZIONALE SOTTUFFICIALI ITALIANI

 Sezione  di   ISCHIA 

Medaglia d’Argento al Valor Militare Francesco Paolo COLELLA    

In collaborazione con la  Pro Casamicciola Terme Associazione per lo sviluppo sostenibile, i beni e le attività culturali e sportive della più antica cittadina termale dell'isola d'Ischia 

Si ringraziano :       

L’Amministrazione Comunale di Ischia ed in particolare il Sindaco Ing. Giuseppe FERRANDINO e l’Avv. Carmen CRISCUOLO (Assessore alla Cultura); 

 

il Col. Davide FANELLI (Comandante dello Stabilimento B.T. Militare d’Ischia “Francesco Buonocore”)  

il Vice Questore Aggiunto Alberto MANNELLI (Dirigente Commissariato Polizia di Stato di Ischia) 

il T.V. Alessio DE ANGELIS (Comandante Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia)  

il Cap. Andrea CENTRELLA (Comandante Compagnia Carabinieri di Ischia)  

il Ten. Pietro GENTILE (Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Ischia)    

 

per la gentile collaborazione ; 

la società DELTASTUDIO.com ; L’Associazione Amici del Teatro di Ischia; 

L’Istituto Comprensivo “Enrico Ibsen” di Casamicciola Terme; 

Sig. Francesco RANDO; 

 

Il Dirigente Scolastico Prof. Antonio SICILIANO, il personale docente e non docente e gli studenti  dell’I.T.C.G. “Enrico MATTEI” di Casamicciola Terme; 

La Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Saletta LONGOBARDO, il personale docente e gli studenti  dell’Istituto Superiore “Giovanni Da Procida/Francesco Caracciolo” di Procida ; 

i Sottufficiali e i Soci delle Sezione UNSI e ANFI di Ischia e tutti coloro che hanno contribuito. 

Ore 10.00 : Cerimonia dell’Alzabandiera   (presso il Commissariato di Ischia della Polizia di Stato in via delle Terme) 

Ore 11.00 - Festa dei Sottufficiali :  (presso la Sala Teatro Polifunzionale di Ischia in Via delle Ginestre, in adiacenza del Liceo Statale di Ischia - ingresso libero)  Saluto di benvenuto al Tenente Pietro GENTILE (Comandante della Tenenza di Ischia della Guardia di Finanza) 

Minuto di silenzio in ricordo dei Caduti e Canto degli Italiani (Inno di Mameli - a cura degli studenti della S.M.S. “Giovanni Scotti” di Ischia) 

Consegna di Premi e riconoscimenti  (vedere a lato) 

 

CASAMICCIOLA TERME 

Ore 15.30 - Convegno: 

“Le Capitanerie di Porto e il soccorso in mare” con la gradita partecipazione dell’Amm. Isp. (CP) Giovanni PETTORINO  (Comandante del Porto di Genova e Direttore Marittimo della Liguria) (presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo “Enrico IBSEN “ di Casamicciola Terme in Via Principessa Margherita) Seguirà dibattito con gli studenti dell’I.I.S. “C. Mennella” e dell’I.T. “E. Mattei”  e il pubblico presente.  Ingresso libero 

 

Consegna di Premi e riconoscimenti: 

- Premi del Centenario  ( in ricordo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare ) : 

Capitano del Genio Navale (D.M.) Luca BALSOFIORE  (1906 / 1941 )  

Sottotenente di CPL (Artiglieria da campagna) Edgardo CORTESE  (1897 / 1918)  

Tenente Pilota in s.p.e. Alfredo DE LUCA (1909 / 1936 )  

 

- Premi in ricordo del Capo 1^ Classe  (NP)  M.A.V.M. Francesco Paolo COLELLA:

Sottufficiali isolani: Sottufficiale isolano dell’Esercito Italiano                  

Sottufficiale isolano della Marina Militare Italiana

Sottufficiale isolano dell’Aeronautica Militare Italiana

Sottufficiale isolano dell’Arma dei Carabinieri

Sottufficiale isolano della Guardia di Finanza

Sottufficiale isolano della Polizia di Stato 

 

- Riconoscimenti a personalità in campo militare, civile e scolastico

- Premi dell’Unione Nazionale Sottufficiali Italiani   -   Sezione di Ischia :

Reparti AERONAVALI

Maresciallo di 2^ Classe Tommaso CALISE (Aeronautica Militare)

Capo di 1^ Classe Francesco Saverio CASTALDI (Marina Militare)

Maresciallo Giovanni CRICCO (Polizia di Stato)

Maresciallo Aiutante Guido FORTE (Guardia di Finanza)

Agente Emanuele GUGLIOTTA (Polizia di Stato)

Maresciallo Maggiore Giuseppe MARZIANO (Guardia di Finanza)

Capitano di Fregata 2 M.A.V.M. Salvatore MATTERA (Marina Militare)

Capo Reparto Vincenzo PETRILLO (Vigili del Fuoco)

Maresciallo Nello PICCONI (Polizia di Stato)

Capo di 1^ Classe Scelto Giovan Giuseppe SASSO (Marina Militare)

Capo di 1^ Classe Scelto Paolo VECCIA (Marina Militare) 

 

Premi in ricordo delle Croci di Guerra al Valor Militare  (Guardia di Finanza)  

Col. Giovanni CONTE                  

Fin. Mare Francesco NUZIALE              

a cura della Sezione d’Ischia dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia 

 

Attestati di ringraziamento al personale in servizio ;

Iniziative per il centenario della Prima Guerra Mondiale da proporre alle Amministrazioni Comunali 

 

L’Amministrazione Comunale di Ischia ed in particolare il Sindaco Ing. Giuseppe FERRANDINO e l’Avv. Carmen CRISCUOLO (Assessore alla Cultura); 

 

il Col. Davide FANELLI (Comandante dello Stabilimento B.T. Militare d’Ischia “Francesco Buonocore”)  

il Vice Questore Aggiunto Alberto MANNELLI (Dirigente Commissariato Polizia di Stato di Ischia) 

il T.V. Alessio DE ANGELIS (Comandante Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia)  

il Cap. Andrea CENTRELLA (Comandante Compagnia Carabinieri di Ischia)  

il Ten. Pietro GENTILE (Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Ischia)    

 

per la gentile collaborazione ; 

la società DELTASTUDIO.com ; L’Associazione Amici del Teatro di Ischia; 

L’Istituto Comprensivo “Enrico Ibsen” di Casamicciola Terme; 

Sig. Francesco RANDO; 

 

Il Dirigente Scolastico Prof. Antonio SICILIANO, il personale docente e non docente e gli studenti  dell’I.T.C.G. “Enrico MATTEI” di Casamicciola Terme; 

La Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Saletta LONGOBARDO, il personale docente e gli studenti  dell’Istituto Superiore “Giovanni Da Procida/Francesco Caracciolo” di Procida ; 

i Sottufficiali e i Soci delle Sezione UNSI e ANFI di Ischia e tutti coloro che hanno contribuito

 

Gita a Genova di alcuni ragazzi del Civicamentegiovani e Soci

Bella giornata di domenica 5 giugno la Sezione UNSI di Brescia ha organizzato una gita a Genova con visita al Museo del Mare ed al Sommergibile Classe Sauro 1^ Serie per i ragazzi del Civicamentegiovani e per i Soci.

L’entusiasmo è stato grande sia per la visita al Museo, sia per l’imbarco sul sommergibile che ha dato l’opportunità di toccare con mano una realtà a loro sconosciuta. La bellissima giornata di sole, l’ottimo pranzo e la merenda finale hanno concluso la gioiosa giornata.

Sulla memoria si fonda il futuro di un popolo

UNSI di Cremona

Le Associazioni Combattentistiche, d’Arma e di Servizio di Cremona, che fanno parte del coordinamento attivo in città da diversi anni e con uno statuto voluto e redatto da UNSI di Cremona, anche quest’anno si sono riuniti per onorare collettivamente i Caduti di tutte le Guerre ponendo una corona d’alloro ai propri monumenti. UNSI di Cremona eresse il proprio monumento 02 novembre del 1967 e di recente un restauro conservativo, voluto dal presidente Primo Mar. Luogt. DUGO Salvatore, ne ha riportato lo splendore monumentale oltre la luce di tutta la storia del monumento stesso e del suo autore. La cura affidata alle Dame UNSI di Cremona che in modo impeccabile ne curano ordine e pulizia. La cerimonia, dallo spaccato commovente, vuol significare la vicinanza alle Forze Armate e di quanti, ubbidendo alla chiamata alle armi, hanno sacrificato sé stessi per il bene della Patria e degli italiani. Puntuale alle ore 10:30 del 29 ottobre 2016 presso il Cimitero Civico si è proceduto alla benedizione e deposizione delle corone dall'alloro ai monumenti che fanno da contorno all’ Altare della Patria ove sovrasta la “Vittoria Alata”. Ogni Associazione Combattentistica d’ Arma e di Servizio si identifica per la custodia e memoria del suo “Monumento”. Il "Monumento" è un'opera d’arte voluta dalle associazioni allo scopo di conservare in futuro la memoria storica degli avvenimenti di Guerra e della sofferenza patita da molti soldati e dalle famiglie. Essi rappresentano il gran numero di morti e le perdite che colpirono praticamente ogni famiglia alla fine della Guerra. Ebbene sapere, da un punto di vista storico, che i monumenti determinarono la necessità di razionalizzare e idealizzarne la memoria della Guerra terminata, trasfigurandola in quel "mito della Grande Guerra" necessario a dare senso e valore alla drammatica esperienza vissuta, fino a renderla quasi sacra.

I monumenti pur non avendo un legame diretto con i corpi dei caduti, la loro funzione non fu solo quella di celebrare il coraggio e il valore di un Esercito o di ricordare dei soldati morti in battaglia ma di identificarli singolarmente come Eroi, vittime consapevoli e garanti di un dovere collettivo verso la Patria.
Con la Grande Guerra i monumenti ai caduti cessarono di essere testimonianze anonime e su di essi iniziarono a comparire i nomi dei singoli soldati, nel tentativo generalizzato, anche se non esclusivo, di onorare ciascun morto in guerra non per delle gesta individuali, ma come parte di un progetto più "alto" quello di rendere potente l'idea di Patria quale simbolo di aggregazione sociale.
I monumenti costituivano il centro focale del culto dei caduti, in quanto proprio loro, e non le singole tombe, servivano a commemorarne il sacrificio.
Attraverso di essi veniva inoltre celebrata una sorta di "uguaglianza" di fronte alla morte in battaglia indipendentemente dal grado militare di quanti avevano sacrificato la vita per la patria. Il gesto eroico di un soldato semplice veniva equiparato al valore di un alto ufficiale, ponendo quindi su uno stesso piano, attraverso l'iscrizione e l'esposizione collettiva dei loro nomi, individui che in vita erano stati invece separati da differenze sociali, economiche ed intellettuali.
Mito nel mito: si affermò dunque l'idea di una sorta di "democratizzazione" della morte. Se l'obiettivo immediato dei monumenti ai caduti era la commemorazione dei soldati morti sul campo di battaglia, e in particolare di quelli originari della località in cui veniva eretto il monumento, i testi delle lapidi e il tipo di raffigurazione ne facevano emergere anche uno altrettanto importante.
Iscrizioni e sculture, infatti, tendevano a descrivere la guerra come sofferenza giusta e quasi necessaria; i soldati venivano rappresentati come eroi che, consapevolmente e volontariamente, avevano sacrificato la propria vita per la Patria. Monumenti e lapidi presentavano dunque la Grande Guerra come momento di "grandezza" e di esperienza sostanzialmente "positiva" per la comunità civile. E' chiaro dunque che la loro progettazione aveva lo scopo non solo di offrire alle famiglie un conforto e una giustificazione per la morte dei loro cari, ma anche di costruire la memoria di una guerra "Grande" che permettesse ai sopravvissuti di affrontare meglio una realtà sociale ed economica quotidianamente molto difficile.
Oggi prevale una visione dei monumenti ai caduti come veicoli di ideali politici, da quello repubblicano a quello nazionalista, e/o come testimonianze storico-artistiche ed architettoniche. Questo, però, è ciò che di visibile rimane a distanza di così tanto tempo ora che lutto e tragedia sono così lontani.
In realtà, per le generazioni che hanno vissuto la guerra i monumenti avevano, certamente, un significato politico, civile, artistico, estetico, economico, ma anche, senza dubbio, un importante significato strettamente "esistenziale".

 

In tutto questo la deposizione delle corone d’alloro avrà il significato del gesto di memoria storica perché su di essa si fonda il futuro di un popolo e l’UNSI di Cremona è sensibile al dovere della memoria. 

Il Ministero della Difesa conferisce il patrocinio alla "4^ Giornata del Sottufficiale"

Anche il Ministero della Difesa affianca l'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani con il patrocinio conferito alla "4^ giornata del Sottufficiale", evento in programma a Padova il prossimo 12 dicembre. Il dicastero di via XX settembre affiancherà gli altri Enti ed Istituzioni pubbliche che in questi giorni stanno rilasciando il patrocino per questa commemorazione solenne dei tanti Sottufficiali che in servizio hanno sacrificato la vita per il bene della Patria. La Regione Veneto e la Regione Friuli Venezia Giulia sono le prime due regioni che hanno deciso di sostenere la nostra iniziativa, unitamente ai comuni italiani insigniti di medaglia d'oro al valor militare che qui di seguito elenchiamo: ASCOLI PICENO, BELLUNO, BOVES, CAGLIARI, FOGGIA, GENOVA, MARZABOTTO, MIGNANO MONTE LUNGO, MILANO, MODENA, MONTEFIORINO, PALERMO, RAVENNA, REGGIO EMILIA, ROMA CAPITALE, STAZZEMA, TORINO ,TRENTO, UDINE, VARALLO e VERONA, ai quali si sono aggiunti i comuni che ospitano sedi dell'UNSI che hanno provveduto a deliberare ed a conferire il proprio patrocino. Questi sono i comuni italiani che ad oggi hanno aderito : BERGAMO, BOLZANO, CONEGLIANO VENETO, GEMONA DEL FRIULI, LA MADDALENA, LUCCA, PISA, PORTOGRUARO, S. AMBROGIO VALPOLICELLA, SPILIMBERGO, TERZIGNO,  TIONE DI TRENTO, VALVASONE ARZENE e VILLABATE. Un numero tendenzialmente in crescita visto che altri comuni si accingono con propri atti a raccogliere l'invito dell'Unsi. 

4^ giornata del Sottufficiale, tanti Enti vicino all'U.N.S.I.

La fatidica data del 12 dicembre si avvicina. Data che l'U.N.S.I. ha "proclamato" da quattro anni come "Giornata del Sottufficiale" di tutte le Forze Armate e di Polizia e che, per l'edizione del 2016, vedrà Padova come comune ospitante dell'evento. All'appello dell'U.N.S.I., rivolto ad Enti pubblici come Regioni, Province e Comuni italiani stanno rispondendo diverse istituzioni le quali, idealmente, saranno vicine all'UNSI. Ad oggi sono questi gli enti che hanno dato il patrocinio dalla "Giornata del Sottufficiale" nel ricordo di quegli uomini che in divisa sacrificarono il bene prezioso della vita per il bene della Patria: oltre al comune di PADOVA, città che ospiterà l'evento nell'incantevole Abbazia di Santa Giustina, hanno risposto la Regione VENETO e la Provincia di PADOVA. L'elenco dei Comuni italiani decorati di medaglia d'oro al Valor Militare è lungo e significativo: BELLUNO, BOVES, CAGLIARI, FOGGIA, GENOVA, MARZABOTTO, MIGNANO MONTE LUNGO, MILANO, MODENA, MONTEFIORINO, PALERMO, RAVENNA, REGGIO EMILIA, ROMA CAPITALE, TORINO ,TRENTO e UDINE luoghi e città che videro il proprio territorio come scenario degli eventi bellici che segnarono indelebilmente la storia d'Italia. A questi comuni vanno inoltre aggiunte le seguenti città: BOLZANO, GEMONA DEL FRIULI, LA MADDALENA, LUCCA, PORTOGRUARO, S. AMBROGIO VALPOLICELLA, TIONE DI TRENTO, VILLABATE. Un elenco che si prevede sarà ancora più lungo in attesa che altri comuni ed istituzioni pubbliche rispondano all'appello del Dipartimento Cerimoniale coordinato dal Vice Presidente Nazionale Vito Impagliazzo. 

U.N.S.I. Cremona in sostegno del Kenya

L'associazione Cremona For Kenya presieduta da Licio D'Avossa e l'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani di Cremona presieduta dal luogotenente Salvatore DUGO hanno mosso le fila della solidarietà senza confini da un lato aiutare i bambini delle scuole della Diocesi di Mombasa e Nairobi e dall'altro aiutare i fratelli italiani che hanno subito il terribile terremoto Umbro-Marchigiano-Laziale. Diverse le collaborazioni fornite per un progetto che vedrà la conclusione il 24 settembre presso la Caserma Col di Lana ove il Comandante Col. Ivan Cioffi ha dato la disponibilità per concludere nei locali del circolo unificato questo importante progetto di solidarietà. Le associazioni che hanno dato forza al progetto sono: LIACC Onlus – Liuteria Italiana Autentica Classica Cremonese-Onlus, ANLAI – Associazione Nazionale Liuteria Artistica Italiana, Inner Whell club di Casalmaggiore e come Enti La fondazione “Città Invisibile” Orchestra giovanile Falcone e borsellino” di Catania il 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona e la Banca Credito Cooperativo del Cremonese. Nella scia  della precedente attività, si vuole dare un segnale di effettiva solidarietà a favore dei bambini del Kenya della Diocesi di Mombasa e Nairobi e distretto di Mambrui fornendo ad essi quanto di prima necessità possa essere utile per l’istruzione scolastica e pasti nutrienti per soddisfare le necessità alimentari di base. L'obiettivo sinergico della raccolta fondi si è basato principalmente sull'utilizzo di attività culturali messe a disposizioni dalle associazioni. Lo scopo progettuale fornire quanto utile per l’istruzione scolastica e fornitura di pasti ai bambini delle scuole Keniane gestite dall’ Associazione Cremona For Kenya e col sopraggiunto stato di emergenza nel territorio Umbro- Marchigiano-Laziale fornire un contributo economico ai nostri fratelli italiani. 

 

La serata di solidarietà vedrà il seguente programma:

Ore 20:30 inizio attività “serata di solidarietà".  

Ore 20:45 presentazione attività a cura Presidente UNSI.

Ore 20:50 saluti ed intervento del Comandante del 10° Rgt. G. Gua.

Ore 20:55 saluti ed intervento del Presidente di Cremona For Kenya.

Ore 21:00 concerto : Nota d’inizio: 1 minuto di silenzio sulle note di note musicali per onorare i morti del terribile terremoto Umbro-Marchigiano-Laziale.

 

Concerto Violino Pianoforte:

Clarissa Bevilacqua (violino) – violino 1706 scuola cremonese

Yuya Tonouchi (pianoforte)

Esecuzione:  Ludwig van Beethoven - Violin Sonata No. 9 in A major, Op. 47 "Kreutzer" - 1. Adagio sostenuto – Presto;

                           Paganini - Capricci (violino solo); Sarasate – Zingaresca

Ore 21:45 fine concerto

Ore 21:50 consegna assegno dell’intero incasso del progetto a cura Capo fila progetto, Presidente Nazionale UNSI Dott. Roberto Congedi a favore dell’associazione Cremona For Kenya.  

Ore 21:55 ringraziamenti a cura del Presidente Cremona For Kenya  

Ore 22:00 fuori programma musicale - Collezione Maggi. (lamina musicale)

Ore 22:20 rinfresco “tricolore” e taglio della torta della solidarietà.

Ore 23:00 chiusura attività.

Per tutta la serata è possibile visitare la collaterale di mostra di strumenti rinascimentali ed etnici di tutto il mondo – preziosa collezione Maggi.

da sottolineare:

-il SERVICE Inner Wheel - Club di Casalmaggiore che con tale progetto ha garantito circa 3000 pasti ai bambini delle scuole del distretto di Mambrui – Kenya.

- il Concerto di Beneficenza dell'orchestra giovanile "Falcone e Borsellino" della Fondazione "Città Invisibile" di Biancavilla di Catania cui incasso è devoluto al progetto “pro-terremotati” indirizzato da Cremona For Kenya. 

La splendida sinergia che hanno messo in atto le Associazioni hanno fornito forza e contributo di solidarietà senza confini.

 

 

La sezione di Brescia in visita a Genova

Nella giornata di domenica 5 giugno  la Sezione UNSI di Brescia ha organizzato una gita a Genova con visita al Museo del Mare ed al Sommergibile Classe Sauro 1^ Serie per i ragazzi del Civicamentegiovani e per i Soci.

 

L’entusiasmo è stato grande sia per la visita al Museo, sia per l’imbarco sul sommergibile che ha dato l’opportunità di toccare con mano una realtà a loro sconosciuta. La bellissima giornata di sole ,l’ottimo pranzo e la merenda finale hanno concluso la gioiosa giornata.

 

 

IV^ Giornata Nazionale dei Sott.li Italiani Caduti in servizio

IV^ Giornata Nazionale in ricordo dei Sottufficiali Italiani Caduti in servizio,enti ed istituzioni aderiscono

Il 12 dicembre 2016 si svolgerà a Padova la 4^ Giornata Nazionale in ricordo dei Sottufficiali Italiani Caduti in Servizio nell'adempimento del proprio dovere in Italia e all'estero dell’ESERCITO ITALIANO, MARINA MILITARE, AERONAUTICA MILITARE, ARMA DEI CARABINIERI, GUARDIA DI FINANZA, POLIZIA DI STATO, VIGILI DEL FUOCO, CROCE ROSSA ITALIANA, CORPO FORESTALE DELLO STATO, POLIZIA PENITENZIARIA, POLIZIA LOCALE, organizzata dall'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani. Appuntamento che con il tempo si sta consolidando grazie all'opera certosina e costante del dipartimento cerimoniale dell'U.N.S.I. Cornice della cerimonia commemorativa per i Sottufficiali Caduti in servizio per quest'anno sarà l'Abbazia di Santa Giustina di Padova. Tante sono le istituzioni pubbliche che stanno aderendo alla manifestazione. Ad oggi hanno dato il proprio patrocino all'evento il Ministero della Difesa, la regione Veneto e la regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Padova e il Comune di Padova ed i seguenti Comuni italiani a cui è stata concessa e consegnata al loro gonfalone la massima onorificenza in campo militare, la Medaglia d’Oro al Valor Militare: ALBA, ASCOLI PICENO, BASSANO DEL GRAPPA, BELLONA, BELLUNO, BIELLA, BOVES, CAGLIARI, CASSINO, CUNEO, FOGGIA, GENOVA, MARZABOTTO, MIGNANO MONTE LUNGO, MILANO, MODENA, MONTEFIORINO, NAPOLI, PALERMO, PARMA, PIOMBINO, RAVENNA, REGGIO EMILIA, ROMA CAPITALE, SESTO SAN GIOVANNI, STAZZEMA, TORINO, TRENTO, TREVISO, TRIESTE, UDINE, VARALLO, VERONA, VICENZA E VITTORIO VENETO (per l’elenco dei Comuni decorati di MOVM vedi in download allegati più sotto) ed anche l’UNIVERSITA’ di PADOVA (unico Ateneo decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare)   

Terremoto, i numeri utili e le raccomandazioni della protezione Civile

I mezzi speciali del Dipartimento della Protezione Civile si sono diretti nella notte nei territori colpiti dal sisma, come ad Amatrice (Rieti) ha comunicato Palazzo Chigi. Subito dopo il terremoto, nella notte, si e' riunito il comitato operativo presieduto dal capo della protezione civile Ing. Fabrizio Curcio, in contatto con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha seguito gli eventi da Palazzo Chigi. Attivi i numeri del contact center della Protezione Civile:800840840 (per chi chiama dall'estero è attivo il numero +39 06 82888850)e della sala operativa della Protezione Civile Lazio:803555.

Per donare numero solidale 45500 
È attivo dalle ore 15, grazie al protocollo d'intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato stanotte il Centro Italia. Lo comunica il Dipartimento della Protezione civile. Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è così possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma. 

Riconoscimento al 1° Mar. ZOCCOLO Adriano

In data 5 giugno 2016 è stata consegnata dall'Associazione degli Ufficiali e Sottufficiali della Riserva Slovena una targa al 1° MAR. ZOCCOLO ADRIANO, con la seguente motivazione :
"L'ASSOCIAZIONE DEGLI UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DELLA RISERVA SLOVENA HANNO L'ONORE DI CONSEGNARE QUESTA TARGA AL 1° MAR. ZOCCOLO ADRIANO PER AVER FATTIVAMENTE CONTRIBUITO AL SUCCESSO DELLA PRESIDENZA SLOVENA,
F.TO DAL MAJ GEN. DR NOIZ STEINER"

close

Sign up to keep in touch!

Be the first to hear about special offers and exclusive deals from TechNews and our partners.

Check out our Privacy Policy & Terms of use
You can unsubscribe from email list at any time