Vicini al dolore della famiglia del capitano Gabriele Orlandi stars

L'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani esprime il proprio cordoglio per la tragica scomparsa del Capitano Gabriele Orlandi, deceduto nell'incidente di Terracina. "Siamo vicini alla famiglia del giocane pilota deceduto ed alla Forza Armata per la perdita di questa giovane vita- ha commentato il presidente nazionale Roberto Congedi - ancora una volta l'Aeronautica Militare paga un prezzo altissimo durante attività addestrative".

La “Mela di AISM” torna in 5000 piazze italiane

Torna la Mela di AISM in 5 mila piazze italiane per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla  e implementare i servizi per i giovani i più colpiti dalla malattia. Le mele scendono in piazza sin dal 4 ottobre, per il #DonoDay2017 ma anche sabato 7 e domenica 8 ottobre, in cui 10 mila volontari  AISM distribuiranno oltre 4 milioni di mele. A fronte di una donazione minima di 9 euro si protrà portare  a casa  un sacchetto da 1,8 kg di mele della qualità Granny Smith (mela verde), Noa Red ( mela rossa) e Golden Delicious (mela gialla). 

“La mela di AISM” è svolta sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e promossa da AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione – FISM, con il patrocinio di Pubblicità Progresso Fondazione per la Comunicazione Sociale.  

 

Unsi: "Grazie all'Esercito per la sicurezza del Paese"

In questi giorni ricade il nono anniversario dall'inizio dell'operazione "Strade Sicure" con la quale i militari delle Forze Armate italiane e dell'Esercito, in particolar modo, hanno garantito la sicurezza interna dell'Italia da attacchi terroristici. Già all'indomani dell'11 settembre l'Esercito venne impiegato con l'operazione "Domino" a preservare i punti strategici per la vita del paese. L'evolversi della minaccia ha gradualmente imposto anche la modifica dell'impiego dei militari. "siamo grati ai militari Italiani per aver contribuito in maniera determinante a garantire la sicurezza del popolo italiano- a dichiaralo è il Presidente Unsi Roberto Congedi- , Strade Sicure ha fatto conoscere quanto gli uomini e le donne dell'Esercito siano duttili e professionali nell'impiego contro la sempre più crescente minaccia terroristica. Basti vedere i fatti accaduti in Francia, Ingliterra e Germania per rendersi conto di quanto sia importante l'azione di prevenzione posta in essere grazie a questa operazione. Un plauso - conclude Congedi- a tutti i militari per la preziosa opera svolta al servizio della nazione a nome dell'Unione nazionale Sottufficiali Italiani".

Sez. U.N.S.I. Trieste continua la Campagna informativa

Sez.U.N.S.I. Trieste continua la Campagna informativa della Sezione sulla legge Regionale  F.V.G. Per il centenario della Grande Guerra. Dopo aver già consegnato ai familiari di 8 Comuni Italiani le medaglie nominative dei caduti della  I° Guerra Mondiale che la Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Ministero della Difesa e il Governo Italiano, riconosce ai familiari dei caduti, La sezione di Trieste continua la campagna di informazione e sensibilizzazione nelle varie regioni Italiane, il Presidente della sezione Salvatore BAIO è stato ospite del comune di Favara nell'Agrigentino dove ha illustrato la Legge Regionale FVG sul centenario della Grande Guerra la conferenza stampa è stata organizzata dal Comune dove il Sindaco e parte della Giunta  hanno accolto con entusiasmo la possibilità di adoperarsi affinché i familiari dei caduti della cittadina possono usufruire della legge. La conferenza si è svolta con la presenza di giornalisti delle testate Regionali e di TV locali.

U.N.S.I. consegna gli attestati di Cavaliere all’Ordine del Merito della Repubblica

lI 7 luglio 2017, presso il ristorante “Alla Torre” di Valvasone abbiamo potuto festeggiare con una splendida cena la consegna degli attestati di Cavaliere all’Ordine del Merito della Repubblica a due soci dell’Unsi della Regione del Friuli.

A congratularsi con i neo Cavalieri erano presenti oltre al Presidente della Sezione cav.uff. Domenico Balducci ed al Vice Presidente Nazionale Centro Comm. Vincenzo Di Giulio accompagnato dalla signora Sonia, il Presidente di Cividale Domenico Frisone ed il Sindaco di Valvasone Arzene con Fascia Tricolore che ha dato una impronta di ufficialità alla cerimonia.

Per la Sezione Unsi di Valvasone Arzene è stato insignito Antonello Mazzanti mentre per quelle di Cividale del Friuli Enrico Barocco.

La serata si è svolta in un clima di assoluta amicizia tra le famiglie dei soci delle due sezioni che se pur vicine non si erano mai incontrate scoprendo che in attività di servizio avevano svolto attività istituzionali anche fuori sede. Diciamo che è stata quasi una rimpatriata tra le famiglie di vecchi colleghi.

Il sindaco di Valvasone, socio della locale sezione, ha espresso il suo compiacimento ai neo cavalieri congratulandosi con i Soci dell’UNSI per le attività che il sodalizio porta avanti. Proseguiva auspicando, per il futuro, una sempre collaborazione sempre più proficua ed intensa con l’Amministrazione Comunale affinché non vada vada disperso.

 

Al termine della cena i nei insigniti hanno offerto ai convenuti una magnifica torta molto apprezzata dandoci appuntamento alla prima occasione utile.

Sez. U.N.S.I. di Brescia - Zavorrata del Montello

ZAVORRATA DEL MONTELLO: ANCORA UN SUCCESSO PER LA SEZ. U.N.S.I. DI BRESCIA

É con orgoglio ed emozione - annuncia il Presidente della Sez. U.N.S.I. di Brescia Graziano Taiola - che festeggiamo il secondo gradino del podio dei nostri atleti Tiziano Massardi e Tiziano Bontempi, i quali con grande determinazione hanno tenuto alto il nostro vessillo durante la competizione che ripercorre le mulattiere della grande guerra del Montello.

Una gara - prosegue Taiola - molto dura dal punto di vista fisico, visto che gli atleti devono percorrere 18 km portando sulle spalle una zavorra di 10 kg.

Ben 85 squadre partecipanti, 170 atleti tra effettivi dell' esercito e associazioni d arma.
LA Sez. U.N.S.I. di Brescia era presente con 3 squadre di atleti ( Tiziano Massardi, Tiziano Bontempi, Roger Busetti, Matteo Tavasci, Maurizio Berteni, Claudio Ciutti )

Con questo successo - conclude Taiola - la Sez. U.N.S.I. di Brescia continua un periodo ricco di successi vista l'ottima riuscita del progetto Civicamente-Giovani appena concluso. Vogliamo sempre di più essere un'associazione attiva e trasversale, sempre al supporto delle realtà territoriali sia civili che militari.

Sez. U.N.S.I. Altogardaledro - Cerimonia del Gruppo Alpini di Nago

Domenica 2 Luglio 2017 si è svolta con tutti gli onori la Cerimonia Commemorativa del Gruppo Alpini di Nago in collaborazione con la sezione UNSI Altogarda e Ledro

Con la presenza del Labaro UNSI Altogardaledro ,del Vessillo Sezionale di Trento e di Verona il gagliardetto di Venezia a nome della sezione di Fiume oltre alla presenza del gagliardetto della Valpolicella e alcuni della sezione di Como assieme ai numerosi Gagliardetti Alpini dell’Alto Garda e Ledro e del circondario fino a Vallarsa e con la presenza di numerose autorità civili e militari, è stata celebrata una messa solenne per ricordare tutti i Caduti di tutte le Guerre, i Capigruppo e gli Alpini Naghesi “Andati Avanti”. Un ringraziamento particolare va al celebrante Don Cristian , al Coro “ Note dall’Anima “ al Sindaco Gianni Morandi al Vicepresidente della Comunità Carlo Pedergnana al Presidente sezionale Mamone Salvatore e al vice Barone Pasquale e al capozona degli alpini Mario Gatto

Dopo la cerimonia alla Baita degli alpini di Torbole grazie alla collaborazione con gli Amici del Gnoli di Bondone sono stati distribuiti per pranzo polenta e spiedo per 400 porzioni.

 

Ci sono luoghi vicino a noi dove relativamente pochi anni fa, tanti soldati sono morti per la loro patria e la cerimonia commemorativa degli Alpini di Nago descritta sopra, ha lo scopo di mantenere Vivo il Ricordo di questi avvenimenti, affinché anche i giovani possano imparare ed apprezzare la storia che li circonda aiutandoci a mantenere la Pace.

Bandiera alla neo costituita Sez. U.N.S.I. Sardegna

Lo scorso 10 giugno è stata consegnata la Bandiera alla neo costituita sezione Sardegna, nata dalla fusione delle Sezioni di Cagliari e La Maddalena.

La Sezione è stata intitolata al Serg. Magg. decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare Ferdinando PODDA.

La solenne cerimonia si è svolta a Loceri,  paese natio del decorato in concomitanza con le celebrazioni della ricorrenza del centenario della morte.

Il Serg. Magg. Podda caduto il 10 giugno 1917 a Monte Zebio (Altopiano di Asiago) è stata conferita la Medaglia d'Oro al Valor Militare con la seguente motivazione" Comandante di un plotone zappatori formante parte della prima ondata di assalto, si lanciò alla conquista di una trincea avversaria, penetrandovi per primo. Ferito alla testa, mentre con pochi uomini tentava catturare un gruppo di nemici, continuò a combattere incitando con l'esempio e con la parola i suoi uomini alla lotta. Ferito una seconda volta ad una gamba, dopo essersi fatto medicare tornò al suo posto d'onore e col vigore che ancora gli restava cooperò a respingere gli attacchi avversari finché, ferito nuovamente ed a morte, cadde alla testa del suo plotone. Fulgido esempio delle più alte virtù militari. - Monte Zebio, 10 giugno 1917

La cerimonia, che ha visto la partecipazione della banda della brigata Sassari, si è articolata con la funzione religiosa, con la deposizione della corona al monumento dei Caduti e    con la consegna della bandiera intitolata al Sottufficiale che ha visto come madrina la zia del decorato.

Per l'Unione Nazionale Sottufficiali Italiani erano presenti alla solenne cerimonia il Vice Presidente Vicario Balducci Domenico, il Vice Presidente Centro Di Giulio Vincenzo, il Presidente della Sezione Sardegna Meloni Gianfranco, la Segretaria Fadda Antonella, che ha curato la parte del cerimoniale e il consigliere della sezione Deriu Gianni.

 

2 giugno 1946 - l'Italia diveniva una Repubblica.

Il 2 giugno 1946, a seguito dei risultati del "Referendum Istituzionale" indetto per scegliere fra Monarchia e Repubblica, l'Italia diveniva una Repubblica.

La data diveniva, come "Festa Nazionale", uno dei simboli del nuovo stato e, dal 1948, l'appuntamento veniva sottolineato con una sfilata di reparti delle Forze Armate.

La cerimonia viene gestita di concerto dalla Presidenza della Repubblica e dal Ministero della Difesa che si avvalgono di tutte le risorse disponibili per il corretto svolgimento della manifestazione.

close

Sign up to keep in touch!

Be the first to hear about special offers and exclusive deals from TechNews and our partners.

Check out our Privacy Policy & Terms of use
You can unsubscribe from email list at any time